Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione CookiePolicy

  

 

 

 

Francesco Molmenti è un chitarrista, didatta e storico della musica. Figlio di genitori musicofili, è introdotto nel mondo delle sei corde dalla sua prima insegnate, Lucia Pizzutel, che lo accompagnerà fino al diploma (conseguito al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nella classe di Frédéric Zigante). Da giovane è vincitore di numerosi concorsi d’esecuzione musicale ed ha la possibilità di perfezionarsi con grandi maestri (Z. Dukic, A. Ponce, D. Russel, T. Hoppstock, M. Barrueco, P. Pegoraro, W. Kanengiser, ecc.) intraprendendo giovanissimo la via del concertismo.
Arricchisce la sua formazione con corsi di musica elettronica, direzione d’orchestra e in particolare con lo studio della storia e teoria della musica, laureandosi presso la facoltà di musicologia di Cremona, ottenendo il suo Dottorato di Ricerca con una tesi dedicata al teorico rinascimentale Johannes Tinctoris.

Come musicista svolge un’attività variegata, esibendosi come solista e in varie formazioni cameristiche.

 Come musicologo si dedica allo studio della musica tardo medievale e rinascimentale, e al repertorio chitarristico.


Pubblicazioni Musicologiche
Pubblicazioni Discografiche

Ha al suo attivo numerose tournée in Italia e all’estero e la collaborazione stabile con diverse formazioni cameristiche e orchestrali (tra cui l’ensemble Vivaldi Guitar Consort). Attualmente si esibisce con il trio Res intimae e con l’ensemble Loco. È direttore dell’ensemble “Un pizzico di corda” e insegnante presso il Liceo Musicale “A. Stradivari di Cremona”.